La storia del C.L.E.S.A.

Caratteristiche del comitato

Il Comitato è ente collettivo composto da un gruppo di persone, enti di ricerca e associazioni liberamente costituito; esso non ha scopo di lucro, è apartitico ed è democraticamente gestito per un determinato e preciso obiettivo: promuovere lo studio delle linee elettriche in Sicilia che mettono a rischio l’avifauna regionale e favorire una cooperazione positiva tra vari enti al fine di meglio interfacciarsi, discutere, proporre ed elaborare strategie di conservazione in situ assieme alle compagnie elettriche di riferimento.

 

 

La storia in breve

A seguito del primo studio allarmante sui casi di mortalità per elettrocuzione e collisione della Cicogna bianca (Ciconia ciconia) in Sicilia (Zafarana & Barbera, 2016), è stata avviata a titolo volontaristico una raccolta dati estesa su scala regionale, volta a quantificare il fenomeno e successivamente verificare l’ipotesi dell’aumento di incidenza in prossimità di alcune zone interessate da fenomeni di migrazione e aggregazione stagionale. Il ritrovamento, in soli tre anni di censimenti, di centinaia di uccelli morti per elettrocuzione (tra cui grifoni, poiane, falchi pecchiaioli, fenicotteri, gru, etc.) ha spinto un gruppo di volontari a divulgare la problematica su larga scala, nella speranza di coinvolgere le compagnie elettriche e avviare strategie per risolvere o minimizzare l’impatto ambientale che generano gli elettrodotti.

Nel marzo 2018 viene ufficialmente costituito il Comitato e avviata la campagna di pubblicizzazione; contestualmente, vengono avviati i primi contatti con le compagnie elettriche operanti in Sicilia. Scarica il comunicato stampa.

electrocution

Cicogna bianca morta nel 2016 per elettrocuzione. Son visibili segni di carbonizzazione e di bruciatura di penne e zampe.